Home / Cinema / Il diritto di contare

Il diritto di contare

Delle Figure (non così tanto) nascoste

Ho da poco visto al cinema Il diritto di contare (Hidden Figures – Theodore Melfi, 2016). La pellicola racconta la storia vera di tre matematiche afroamericane, Katherine Johnson (Taraji P. Henson), Mary Jackson (Janelle Monáe) e Dorothy Vaughan (Octavia Spencer), assunte alla NASA negli anni 60, con il ruolo di calcolatrici. Infatti, in un mondo in cui non esistevano ancora i calcolatori elettronici ed in piena lotta tra Stati Uniti e Russia per il predominio dello spazio e per la ‘conquista’ della luna, decine di donne di colore, le colored computers, stipate in un moderno open space, si occupavano di effettuare e verificare i complicatissimi calcoli alla base delle orbite di partenza e di rientro dei missili delle prime missioni spaziali americane.

Il film è davvero molto ben fatto, sostenuto soprattutto dalle tre ottime attrici protagoniste ed è stato premiato da tre nomination agli Oscar del 2017 (miglior film, migliore attrice non protagonista per Octavia Spencer e sceneggiatura non originale).

La cosa che mi ha personalmente colpito del film è soprattutto il fatto che è stata finalmente raccontata una storia edificante d’integrazione “per merito”. Per una volta ad attaccarci allo schermo non è tanto la sacrosanta lotta di uomini e donne di colore per vedere riconosciuti legalmente i propri diritti…di questo la cinematografia attuale è davvero piena di esempi a partire da 12 anni schiavo (Steve McQueen, 2013) fino ai recentissimi Loving (Jeff Nichols, 2016 – bellissimo!) e A United Kingdom – L’amore che ha cambiato la storia (Amma Asante, 2016).

Quello che è davvero avvincente sono proprio le tre donne raccontate, che riconoscono il loro valore e lavorano duramente perché questo sia riconosciuto anche dagli altri. Lavorano più degli altri perché c’è un grande pregiudizio da vincere nel mondo così squisitamente bianco e maschile in cui lavorano. Ma le capacità (di Katherine), la caparbietà (di Mary) e la lungimiranza (di Dorothy) hanno la meglio su tutto e questo permette loro di collaborare a scrivere la storia. Senza necessità di quote rosa!

 

Il diritto di contare (2016) di Theodore Melfi, con Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, Kevin Costner, Kirsten Dunst e Jim Parson.

 

 

About Stefi

Check Also

Film: Lei…

Mi chiedevo da cosa cominciare a raccontare la mia passione per cinema e derivati in …

One comment

  1. Erin Brockovich

    Ottima recensione su un film straordinario!

    Uno di quei film da pelle d’oca, che racconta di donne dalla spiccata intelligenza e dalla non comune determinazione. Storie di successi sofferti, meritatamente guadagnati. Storie di duro lavoro e di grande merito. Storie di vera emancipazione, che fa riflettere su quanti passi in avanti siano stati fatti e su quanto ancora bisogna fare.

    Questa è la vera “favola” da far vedere alle più giovani e alle bambine. Donne che lottano duramente per il riconoscimento del proprio merito, che inseguono con tenacia i propri obiettivi, e non un principe azzurro!

    Questa rubrica ci regala sempre delle interessanti e strepitose recensioni! Continuate così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *